Daniela Carini
 

IL SISTEMA TERAPEUTICO

“Se tutto resta come all’inizio delle cose anche le conseguenze di ciò che causano le cose stesse

saranno identiche a quelle già occorse”.

Tante persone credono che una volta tolti i sintomi di una manifestazione che li affligge possono continuare a vivere nello stesso identico modo di prima non tenendo presente che qualcosa deve pur aver causato il loro male e questo qualcosa non è certo dato dalla sorte ma è miracolosamente in loro potere.

Tuttavia, è necessario che qualcosa cambi perché il risultato sia diverso da quello che si è già ottenuto in precedenza. Se il cambiamento è radicare si può addirittura assistere ad un’inversione di rotta degli eventi che perdono così il loro carattere di inesorabilità.

Occorre alla base un cambiamento coerente con le effettive necessità biologiche dell’organismo e sono la natura del cambiamento e tutte le sue sfaccettature che ho cercato ardentemente negli anni che hanno caratterizzato la mia vita e la mia carriera.

Ho trovato Hamer nelle mie ricerche e da lui sono stata trovata come allieva. Egli ci ha trasferito la comprensione della causa originale delle malattie. Ad oggi, grazie a lui, la causa delle malattie non è più sconosciuta. Sappiamo che ognuna di esse deriva dalle reazioni necessarie per far fronte all’impegno fisiologico che si presenta ogni volta che ci troviamo in una situazione di emergenza biologica. A questa emergenza si correla direttamente un preciso stato emozionale, tanto che, per semplificare, si dice che una data emozione genera una specifica sintomatologia.

Il METODO TERAPEUTICO che ho messo a punto a seguito della conoscenza della causa delle malattie, ad oggi, consiste in diversi punti riassumibili in tre categorie.

1-    EMOZIONI.

Occorre portare il paziente alla consapevolezza dei processi fisiologici che stanno avvenendo in lui previa la conoscenza degli stessi e questo può avvenire già nelle prime battute della terapia. Una volta compresi i processi fisiologici cardine del sistema in atto si tratta di aiutare la persona a capire come sia possibile seguire una strategia che gli permetta di tracciare nuove vie neuronali più idonee a cambiare positivamente il suo stato di salute. Si tratterà di fare esercizi, di acquisire conoscenze e di “voler” mettere in pratica quello che si è imparato. Oltre a tutto ciò l’intento più ambito che si può ottenere riguarda il fatto di rendere man mano sempre meno forti i “difetti” caratteriali che più facilmente possono indurre a vivere male le situazioni che capitano fino al punto di riuscire a trasformarli in una delle nostre migliori caratteristiche costruttive. Per esempio, vincente in termini biologici è colui che riesce prontamente a trasmutare (termine utilizzato in Terapia Biologica Emozionale per indicare un lieve cambiamento dello stato emozionale che porta ad un grande cambiamento positivo in termini di risposta biologica utile) la rabbia in grinta. L’esperienza che ho accumulato negli anni mi permette di dire che tutto ciò è possibile anche se può sembrare non facile. Come ogni cosa che si affronta nella vita molto dipende dalla pratica. L’aver già visto risolvere con questo metodo situazioni teoricamente impossibili di certo mi aiuta molto nella determinazione ad andare avanti con sicurezza anche quando altri mollerebbero. Sono convinta che se qualcuno fa qualcosa di grande, tutti possono farlo a loro volta purché si applichino abbastanza e nella giusta maniera. Non occorrono miriadi di colloqui per ottenere i risultati di cui accenno e che amo ricercare, bensì poche o pochissime sedute di lavoro intenso e diretto tali da permettere a chiunque voglia e si impegni di cambiare rotta. Un grande Maestro un giorno mi ha detto: “Il vero Maestro non ha bisogno di tante parole per spiegare un concetto difficile. Chi parla tanto e la tira per le lunghe in realtà lo fa perché non ha capito lui stesso quello di cui sta parlando. Chi possiede la materia la rende semplice a chi ascolta, perché l’ama”.

2-    FISICO.

Durante tutti i processi di guarigione e trasformazione-crescita è possibile che la persona abbia la necessità di un sostegno fisiologico che, dal mio punto di vista, può venire dalla profonda conoscenza della medicina naturale, allora si possono associare alla Terapia Biologica Emozionale delle erbe sotto forma di infusi, decotti, cataplasmi o bagni che avranno la funzione di favorire i processi metabolici e sostenere il fisico nei momenti di ripresa e cambiamento. Molto importanti sono spesso le verifiche degli oligoelementi. Questi sono dei componenti, per esempio calcio, fosforo, magnesio, eccetera, che necessitano all’organismo per vivere e prosperare e che possono essere equilibrati anche solo con piccolissime correzioni alla dieta. La dieta stessa a volte necessita di qualche correzione e come per tutti gli altri animali una dieta ottimale permette di manifestare al massimo le proprie potenzialità. Basti immaginare quanto curano la dieta gli allevatori di animali, come potrebbero essere un cavallo purosangue o un gatto persiano. Mi domando spesso come mai ci sia sovente tanta confusione sull’alimentazione umana anche negli ambienti più eruditi del nostro mondo scientifico. Purtroppo di diete si sente parlare moltissimo e spesso a sproposito, mentre quel che prediligo in questo campo è il buon senso, lo spirito di osservazione e la conoscenza delle necessità fisiologiche.

3-    ENERGETICO.

Ci sono vari modi di intendere l’energia. Quello che mi interessa ha a che fare coi mondi di luce sottile che rivestono, permeano e rendono vivo l’organismo umano. Il corpo umano è percorso da meridiani, ossia canali d’energia, che collegano i vari distretti corporei e gli organi gli uni agli altri. Quando l’energia che circola nei meridiani è in equilibrio si osserva lo stato di salute, altrimenti appaiono sintomi. Inoltre, esistono dei centri energetici detti Chakra che ruotando correttamente portano a salute psicofisica se ruotano al contrario o si fermano causano il mostrarsi di sintomi. Esistono vari modi per influire sulla regolazione di tali campi di energia. Uno dei più noti è legato alla Medicina Tradizionale Cinese e all’Agopuntura che pratico personalmente da decenni. Inoltre, avvalendomi della collaborazione dei Guardiani del Tempo, (vedi guardianideltempo.wix.com/web ufficiale) , ho verificato la spiccata efficacia dei trattamenti che praticano e che hanno a che fare con la pulizia e il caricamento dei Chakra e molto di più.

L’interpretazione di questi tre livelli di lavoro ha la stessa funzione che hanno tre gambe che sorreggono uno sgabello. L’uomo è fatto di più parti, quella fisica, quella emozionale e quella energetica e l’armonia di tutte e tre insieme permette il completo stato di salute.

Personalmente non amo strafare e consiglio ai miei pazienti cosa ritengo occorra per ottenere il massimo risultato col minimo sforzo fino a risolvere la loro situazione.

Penso che la cosa migliore sia intervenire il meno possibile e questo è fattibile solo dando delle linee guida molto precise che possono essere redatte esclusivamente da chi ha una grande esperienza di lavoro perché, in un viaggio, arriva a destinazione senza inconvenienti con maggiore probabilità chi ha con se una mappa dettagliata, dispone di mezzi idonei ed è dotato di un bagaglio leggero.